La Madonna del Carmine

Il nominativo trae origine dal monte Carmelo in Palestina.

Nel 1155 il crociato Bertoldo dalla Calabria fondò sul monte Carmelo l’eremo trasformato nel 1242 in ordine monacale carmelitano. Nel 1257 al superiore generale dei carmelitani, l’inglese San Simone Stock, apparve la Beata Vergine del Carmelo accompagnata da una schiera di angeli a fargli dono di scapolare dell’Ordine con l’assicurazione che all’indossarlo avrebbe garantito, grazie alla sua protezione, la salvezza del fuoco esterno. Lo scapolare è una specie di distintivo di confraternità che si compone di due piccoli rettangoli di stoffa spesso con immagini sacre, pendenti sul petto e sul dorso mediante due nastri. Oggi questo tipo di scapolare è frequentemente sostituito da una medaglietta con l’adeguata immagine.

La diffusione dei Carmelitani in Europa si verificò soprattutto per opera dei reduci crociati. Il culto della Madonna del Carmelo dilagò in Europa assieme all’attività dei Carmelitani che predicarono ascesi e penitenza con particolare zelo apostolico.

Nacquero allora numerose chiese intitolate alla Madonna del Carmine (o Carmelo). Una della più antiche è senz’altro la trecentesca storica chiesa di Santa Maria del Carmine a Napoli che è fra le più onorate della devozione popolare. La miracolosa Vergine del Carmelo è chiamata dai napoletani " Madonna Bruna" probabilmente per il colore scuro della veneratissima icona. In una delle cappelle di quel tempio si trova un dipinto di Mattia Preti che rappresenta la Vergine che offre lo scapolare del Carmelo a San Simone Stock.

Nel 1726 il Papa Benedetto XII introdusse in tutta la chiesa, la celebrazione della Beata Vergine del Carmelo in data 16 luglio. In quel giorno festeggiano il proprio onomastico tutti coloro che portano il nome Carmelo o Carmela, Carmine, Carmen e composti tipo Maria Carmela.

Data di ultima modifica: 16/03/2017


Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto OK o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

OK
Visualizza in modalità Desktop